PASSAGGI LENTI

La vera casa dell’uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi – Bruce Chatwin

“Il tempo stesso viene meno e le notti si dilatano”. La chiusura dei manicomi in Italia

Legge Basaglia: Franco Basaglia e Alda Merini

Il 13 maggio 1978, dopo solo venti giorni di discussione parlamentare, l’allora Presidente della Repubblica Giovanni Leone firmò la legge 180 (nota anche come legge Basaglia) e l’Italia, a distanza di settantaquattro anni, da quel lontano 1904, aveva finalmente una nuova legislazione in materia di assistenza mentale. Fu un iter rapidissimo, in netta controtendenza con la consuetudine della politica italiana, una corsa contro il tempo, una vera e propria impresa. Quando nel dicembre del 1977 il relatore, lo psichiatra democristiano Bruno Orsini, depositò la sua proposta di legge, non immaginava certo che la stessa sarebbe stata approvata solo sei mesi dopo. (altro…)

Roseto comunale di Roma, un tripudio di colori e profumi

Scorcio del Roseto comunale di Roma

L’odore della primavera a Roma sa di rose. Ogni 21 aprile, per festeggiare la nascita della Città Eterna, si aprono infatti i cancelli del roseto comunale situato alle pendici dell’Aventino e ricostruito su quest’area per volere del comune nel 1950, dopo la sua distruzione avvenuta durante la seconda guerra mondiale. Il roseto di Roma ha visto cambiare la sua collocazione originaria passando dal colle Oppio, dove nel 1932 venne aperto grazie all’interessamento della contessa Mary Gailey Senni, alla attuale valle Murcia, zona sacra agli ebrei che qui dal 1645 seppellivano i loro defunti. (altro…)

Elezioni del 1948. Il ruolo decisivo dei manifesti elettorali

Elezioni del 1948: De Gasperi e Togliatti

A due anni di distanza gli italiani, nella primavera del 1948, tornavano alle urne. Se nel giugno del 1946 i nostri connazionali erano stati chiamati a votare per decidere il profilo istituzionale dell’Italia, scegliendo fra Monarchia e Repubblica, oltre che eleggere i delegati all’Assemblea costituente, ora, nell’aprile del 1948, avrebbero dovuto decidere il futuro governo del paese, operando una scelta netta fra la Democrazia Cristiana e il Fronte democratico popolare, l’alleanza fra i comunisti e i socialisti. La campagna elettorale per le elezioni del 1948, di fatto, iniziò la mattina del 17 gennaio 1947, quando il presidente del consiglio, Alcide De Gasperi, scese dall’aereo gentilmente messo a disposizione delle autorità americane, di ritorno da un lungo soggiorno negli Stati Uniti, dove si era concretizzata la scelta atlantica dell’Italia. (altro…)

Venzone, dal terremoto a uno dei borghi più belli d’Italia

Venzone, comune del Friuli Venezia Giulia

Dici Venzone e pensi terremoto. Dici Friuli e pensi alla ricostruzione realizzata pietra per pietra. Nel maggio e nel settembre 1976 tre forti scosse di terremoto scuotevano la terra friulana portando morte e distruzione. Una vecchia traccia audio effettuata la sera della prima scossa ha registrato gli attimi in cui il sisma si verificava. Mario Garlatti, un ragazzo diciottenne di Udine, stava riversando ‘Wish you were here’, l’album dei Pink Floyd, da un giradischi ad un apparecchio mangiacassette portatile. La musica del gruppo prog inglese scorreva lenta sul vinile. Ascoltando quell’audio si sente la riproduzione di “Shine on you crazy diamond” ma si verifica un intoppo. La puntina comincia a saltare improvvisamente seguendo le onde dell’Orcolat e, pochi secondi dopo, la musica si interrompe.  (altro…)

Pedalando nella Memoria. Molto più che una biciclettata

Pedalando nella Memoria. La biciclettata in ricordo di Settimia Spizzichino

Il 28 gennaio 2018, a ridosso della Giornata della Memoria, si è tenuta la tredicesima edizione della manifestazione sportiva Pedalando nella Memoria, Memorial Settimia Spizzichino, una biciclettata attraverso alcuni siti che hanno segnato la storia degli ebrei romani e non solo. La pedalata ha toccato luoghi simbolo come la basilica di San Paolo, Ponte Spizzichino (Settimia Spizzichino, scomparsa nel 2000, fu l’unica ebrea romana sopravvissuta ai campi di sterminio), le Fosse Ardeatine dove vennero trucidati 335 italiani, il Portico d’Ottavia, uno dei luoghi simbolo della comunità ebraica romana, ed il Museo della Liberazione in via Tasso. A raccontarci di questa lodevole iniziativa, nata per non disperdere la memoria, è uno degli storici organizzatori del Memorial, Gianluca Di Girolami, il presidente della UISP Roma. (altro…)