Autore archivio: Nicola Inversi

Trekking all’Elba. “Vi racconto il mio viaggio indimenticabile con il liceo Talete di Roma”

Trekking all'Isola d'Elba

Mi chiamo Nicola e sono uno di quelli che vengono dalla pianura, nato a Roma e cresciuto fin da piccolo sul mare di Ostia, esattamente a zero metri sul livello del mare. Non posso dire di essere cresciuto guardando le montagne dalle finestre di casa mia, quelle montagne che vedevo da lontano e solo se il cielo me lo concedeva. Sono un “montanaro” come in tanti mi definiscono? Probabilmente no. Molti ritengono che per esserlo, ci devi essere nato e cresciuto in montagna. La devi vivere la montagna. E forse hanno ragione. Eppure fin da piccolo il mio naso era sempre all’insù. I miei occhi sempre verso le cime lontane, le mie spalle sempre verso il mare. Ma non c’era viaggio in macchina o treno, trascorso appiccicato al finestrino, in cui i miei occhi non si soffermassero a veder sfilare in successione le montagne. Non c’era vetta sulla quale la fervida mente del bambino che ero, non fantasticava pensando a nobili avventure, esplorazioni e scalate. E devo dire che la maggior parte di quelle montagne di cui non conoscevo né il nome né il luogo in cui si trovassero, effettivamente poi le ho salite. Tutt’oggi, ormai adulto, la mia testa mi dice di affrontare ogni cima sulla quale poso gli occhi. La montagna è un’avventura che si rinnova continuamente. È magia perché mi fa ritornare bambino. Mi fa sognare e fantasticare. Ma è stata anche una dura scuola di vita. Forse la più dura. Mi ha donato amici e me ne ha tolti altri. Mi ha fatto crescere dandomi la possibilità di scoprire ogni angolo più recondito del mio essere. Mi ha accolto quando fuggivo dalla routine. Mi ha accettato per quello che sono. Mi ha consolato quando ero triste. Mi ha dato pace quando ero arrabbiato. La montagna è severa e giusta perché al suo cospetto siamo tutti uguali. Non vi è giustizia più grande. Vi racconto la mia Grande Traversata Elbana con i ragazzi del liceo Talete di Roma. (altro…)