LUOGHI NASCOSTI

Luoghi nascosti e dimenticati dal turismo di assalto. Paesi, piccoli musei, città fantasma e monumenti da riscoprire e da apprezzare, lontano dalle mete più gettonate. Entrare in borghi e villaggi, assaporando lontani silenzi. Luoghi in cui il tempo sembra essersi fermato ed in cui lo scorrere naturale delle ore viene scandito dal suono delle campane. Il solo accorgimento, quando si visitano questi posti, è spegnere gli apparecchi tecnologici e cominciare ad ascoltare come mai si era fatto prima. Un passaggio obbligato dalla ‘civiltà’ veloce e consumistica alla vita semplice ed essenziale, un riappropriarsi di qualcosa di antico che abbiamo perso.

Vitozza, viaggio nella città di pietra

I Colombari di Vitozza

È l’insediamento rupestre più esteso della Toscana, un insieme di grotte scavate nel tufo che attraverso dei sentieri segnalati consentono di ammirare i resti di una vetusta città: ci troviamo nell’antico abitato di Vitozza, il cui nome è presente per la prima volta in un testamento risalente al 1208 Siamo in un’area oggi appartenente al comune di Sorano, in provincia di Grosseto, in un territorio di grande bellezza e di suggestivi scorci. La natura ha riconquistato questo lembo di terra un tempo abitato da uomini; qui, nella valle del fiume Fiora, si trovava una città di pietra che ha vissuto un avvicendarsi di popolazioni e di civiltà. (altro…)

Duomo di Monreale, l’opera musiva più grande d’Italia

Duomo di Monreale

Il Duomo di Monreale rappresenta uno dei più imponenti monumenti normanni in Sicilia, un autentico scrigno di bellezza e di meraviglia nato per affermare la potenza del re Guglielmo II detto Il Buono, una realizzazione artistica ricca di storia e di suggestioni, costruita durante una guerra per il potere. Chi è stato a Palermo non avrà mancato l’appuntamento con questo capolavoro medievale del XII secolo, che si trova a pochi chilometri dal capoluogo siciliano e che costituisce un’opera significativa per l’umanità intera, tanto da essere entrato a far parte del patrimonio dell’Unesco. Il complesso del duomo, un intreccio di cultura bizantina, romanica ed islamica, è sorto durante le lotte tra le due fazioni contrapposte che si sfidarono nel XIII secolo. I colpi sferrati dai due contendenti per affermare il proprio dominio ed il proprio potere furono condotti in campo artistico e, una volta tanto, non sui terreni di guerra. (altro…)

Venzone, dal terremoto a uno dei borghi più belli d’Italia

Venzone, comune del Friuli Venezia Giulia

Dici Venzone e pensi terremoto. Dici Friuli e pensi alla ricostruzione realizzata pietra per pietra. Nel maggio e nel settembre 1976 tre forti scosse di terremoto scuotevano la terra friulana portando morte e distruzione. Una vecchia traccia audio effettuata la sera della prima scossa ha registrato gli attimi in cui il sisma si verificava. Mario Garlatti, un ragazzo diciottenne di Udine, stava riversando ‘Wish you were here’, l’album dei Pink Floyd, da un giradischi ad un apparecchio mangiacassette portatile. La musica del gruppo prog inglese scorreva lenta sul vinile. Ascoltando quell’audio si sente la riproduzione di “Shine on you crazy diamond” ma si verifica un intoppo. La puntina comincia a saltare improvvisamente seguendo le onde dell’Orcolat e, pochi secondi dopo, la musica si interrompe.  (altro…)

Le navi di Caligola: visita al Museo di Nemi

Navi di Nemi

Passare una giornata fuori porta è abitudine di molte persone che vogliono rilassarsi ed abbandonare la vita frenetica di tutti i giorni. Una delle mete domenicali preferite dai residenti nella Capitale è sicuramente quella dei Castelli Romani o più propriamente detti Colli Albani, posti a sud-est di Roma. Qui è possibile scegliere tra i numerosi paesini che si susseguono senza soluzione di continuità, ognuno con le proprie caratteristiche e con le proprie peculiarità che li caratterizza: Frascati, Grottaferrata, Castel Gandolfo, Ariccia solo per citarne alcuni. Il paesaggio è costituito da un territorio boscoso e dai due laghi di origine vulcanica: il lago di Albano ed il lago di Nemi. Su quest’ultimo, il meno vasto di essi, si affacciano i paesi di Genzano e di Nemi, il comune più piccolo di tutta l’area conosciuto non solo per le fragoline di bosco, i fiori ed il panorama di cui si gode dai suoi 521 metri di altitudine, ma anche per le navi di Nemi. (altro…)

Il borgo di Labro e l’incantevole vista sul lago di Piediluco

Labro, l'incantevole borgo nel reatino

Sul filo del confine tra il Lazio e l’Umbria sorge un piccolo borgo medievale posto a seicento metri d’altitudine. Si tratta di Labro, un gruppo di case e di palazzi inerpicati su una collina sui quali svetta, a difesa, l’antica rocca edificata dalla famiglia Nobili. La collocazione del paese reatino offre scenari e scorci meravigliosi sulle vallate sottostanti e sul lago di Piediluco, già Umbria; alle sue spalle, invece, si erge il magnificente monte Terminillo. Una sapiente commistione di elementi umani e di elementi naturali consente di assaporare il silenzio, la calma e la bellezza che qui si sono congiunti. (altro…)