LUOGHI NASCOSTI

Luoghi nascosti e dimenticati dal turismo di assalto. Paesi, piccoli musei, città fantasma e monumenti da riscoprire e da apprezzare, lontano dalle mete più gettonate. Entrare in borghi e villaggi, assaporando lontani silenzi. Luoghi in cui il tempo sembra essersi fermato ed in cui lo scorrere naturale delle ore viene scandito dal suono delle campane. Il solo accorgimento, quando si visitano questi posti, è spegnere gli apparecchi tecnologici e cominciare ad ascoltare come mai si era fatto prima. Un passaggio obbligato dalla ‘civiltà’ veloce e consumistica alla vita semplice ed essenziale, un riappropriarsi di qualcosa di antico che abbiamo perso.

Il Belvedere di San Leucio a Caserta e la fabbrica della seta

Belvedere di San Leucio a Caserta

L’affascinante storia del Belvedere di San Leucio (frazione del comune di Caserta) è strettamente legata a quella della dinastia dei Borbone che in questo luogo realizzarono qualcosa di davvero unico, non tanto dal punto di vista architettonico, quanto da quello lavorativo e sociale. Tutto ebbe inizio nel 1750, quando Carlo III di Borbone, re di Napoli dal 1734, acquistò dalla potente famiglia dei Caetani (in alcuni documenti anche Gaetani) lo Stato di Caserta, possedimento che i duchi di Sermoneta avevano in precedenza acquisito per via nuziale dagli Acquaviva (Anna Acquaviva, ultima erede della famiglia, era andata in sposa nel 1618 al duca Francesco Caetani) e che erano costretti a vendere a causa degli enormi debiti contratti. (altro…)

Viaggio nella Gerusalemme d’Europa: Acquapendente e la Basilica del Santo Sepolcro

Acquapendente, la Basilica del Santo Sepolcro

Acquapendente è il primo paese laziale posto lungo la Via Francigena e deve il suo sviluppo proprio alla strada che nel Medioevo collegava Canterbury alla città di Roma. Il luogo di maggiore interesse per i pellegrini medievali e per quelli contemporanei è rappresentato dalla basilica del Santo Sepolcro, realizzata nel X secolo. Vediamo perché questo monumento è diventato così importante e perché ancora oggi suscita emozioni. (altro…)

Santa Fiora, un borgo incantato tra il fiume e il Monte Amiata

Santa Fiora, panorama

In un ambiente boscoso e ricco di acque come quello amiatino, sorge il paese di Santa Fiora (GR), entrato nel 2016 nel novero dei Borghi più belli d’Italia. Ricco di storia e legato alle vicende della famiglia Aldobrandeschi, il borgo toscano presenta un centro storico ben conservato, interessante dal punto di vista architettonico. (altro…)

Bolsena, la città del lago lungo la via Francigena

Bolsena

Un piccolo viaggio all’interno di un cammino più grande: percorreremo insieme i luoghi più affascinanti di Bolsena, tappa di avvicinamento a Roma lungo la Via Francigena. Il lago, il Medioevo, la fede, la rocca, un insieme di storie e spazi che si intrecciano dando vita ad un borgo apprezzato ed ammirato da molti visitatori. Inconfondibili le torri che svettano da lontano sul bacino vulcanico più grande d’Europa. Sulle colline, difatti, sorge la rocca Monaldeschi su cui sventolano le bandiere rosse e gialle del Comune. Dal camminamento e dalle torri si scorge un panorama incredibile che abbraccia la campagna circostante ed il lago di Bolsena con le sue isole, la Martana e la Bisentina. (altro…)

Viaggio nel viterberse: Torre Alfina e il suo castello

Torre Alfina, particolare del castello

Un borgo sconosciuto al confine tra tre regioni, un castello che troneggia al di sopra della Riserva del Monte Rufeno: parliamo di Torre Alfina, borgo nato attorno alla sua fortezza costruita nel corso dell’VIII secolo. Nel comune di Acquapendente (VT), sulla linea che delimita le terre di Umbria, Lazio e Toscana si erge questo luogo così caratteristico e particolare. (altro…)