PASSAGGI LENTI

La vera casa dell’uomo non è una casa, è la strada. La vita stessa è un viaggio da fare a piedi – Bruce Chatwin

Tolfaccia, trekking ad anello con vista sul mare

Vista sul mar Tirreno dal monte della Tolfaccia

Dopo l’Anello del Biancone continuiamo il percorso di esplorazione all’interno dell’area dei Monti della Tolfa. Questa volta dedicheremo una giornata all’escursione del Monte della Tolfaccia e dei ruderi di Tolfa Nuova. In un ambiente unico dal punto di vista naturalistico, costituito da affacci sul mare e boschi di querce, verso il Monte della Tolfaccia si sviluppa un percorso ad anello che consente di inoltrarsi attraverso pascoli e pianori.  (altro…)

Marcia su Roma, il prologo del fascismo al potere

Mussolini a Napoli, pochi giorni prima della marcia su Roma

Di una possibile marcia su Roma si iniziò a parlare negli ambienti fascisti a partire dall’agosto del 1922. Nel mese usualmente dedicato dagli italiani al riposo fisico e mentale – una tradizione che affondava le radici addirittura nell’impero romano con le celebre Feriae Augusti, istituite dall’imperatore proprio per concedere un breve riposo dopo le fatiche della coltivazione e della mietitura – alcuni importanti esponenti fascisti cominciarono a ragionare sulla possibilità di realizzare un’azione eclatante, da compiere nella capitale nelle prime settimane d’autunno.
(altro…)

Disfatta di Caporetto, il crollo dell’esercito italiano nella Grande Guerra

Caporetto. Soldati italiani

L’alba è ancora lontana in quel 24 ottobre 1917, nelle maleodoranti trincee di Caporetto dove ormai si vive da anni come topi in fogna fra pidocchi, morte, solitudine e rassegnazione. I bagliori del sole latitano e i soldati italiani, i fessi – come vengono chiamati in gergo, coloro che stanno in prima linea al contrario dei fissi, coloro che, invece, per vari motivi evitano il fronte, rimanendo comodamente nelle retrovie – sono ancora assopiti e infreddoliti. Poi alle 2 in punto l’artiglieria austro-ungarica suona la sveglia. L’esperienza accumulata al fronte fa comprendere all’esercito italiano che quello non sarà un normale attacco, un’azione militare di routine, ma qualcosa di più e forse di assolutamente devastante. Sarà la disfatta di Caporetto. (altro…)

Tolfa, un borgo antico incastonato tra mare e montagna

Tolfa

Arroccata sulle colline etrusche che affacciano sul mar TirrenoTolfa (Rm) gode di un panorama che spazia su tutto il territorio circostante, in una mescolanza costante di alture, rilievi, faggeti e mare. Interessato da insediamenti etruschi e romani, Tolfa deve la sua fortuna nel corso del Quattrocento alla scoperta delle miniere di alunite. I giacimenti di questo minerale, da cui veniva estratto l’allume, utilizzato per fissare i colori sui tessuti e per la lavorazione delle pelli, furono rinvenuti dal cardinale Giovanni di Castro, funzionario pontificio. L’intensa estrazione ed il forte sfruttamento delle miniere durò circa tre secoli e proprio per facilitarne la lavorazione furono costruiti un villaggio ed uno stabilimento nei pressi  dell’attuale Allumiere (da cui deriva il toponimo). (altro…)

Arpino, da Cicerone a Mastroianni i tanti figli illustri di una città ricca di storia

Arpino, vista panoramica

Mi piace evocare e rappresentare Arpino come un luogo di incontro e di scambio, come un fazzoletto di terra piantato nel cuore della Ciociaria tra intrecci di saperi, cultura e arte. Un borgo a cui il Presidente della Repubblica ha concesso il titolo di città, riconoscendone l’importanza dei suoi uomini illustri e dei suoi monumenti e in cui la storia è passata e si è radicata non solo sul suo territorio ma anche nelle vene della comunità che lo abita e lo racconta con slancio e amorevolezza. Arpino, come spiega Daniele Del Monaco, la nostra guida appassionata, è un lembo di territorio racchiuso tra tre fiumi, il Liri, il Fibreno ed il Melfa, ed è il paese di origine di Cicerone, di Caio Mario, di Marco Vipsanio Agrippa, politico e generale passato alla storia per la costruzione del Pantheon, nonché di Giuseppe Cesari, meglio conosciuto con il nome di Cavalier d’Arpino, pittore tardo-manierista attivo a Roma e Napoli tra Cinquecento e Seicento. (altro…)