Archivio Tag: Campania

Viaggio nel Rione Sanità: fra chiese, nobili palazzi e il ricordo di Totò

Rione sanità a Napoli: murales su Totò

Napoli non è solo il profilo imponente del Vesuvio, il bellissimo e misterioso Cristo velato, l’ottocentesca Galleria Umberto I, l’ampia piazza del Plebiscito, i celebri musei, il romantico lungomare, l’aristocratica collina di Posillipo o le eleganti vie del centro. Napoli è anche, se non principalmente, il volto dei suoi rioni popolari dove, ancora oggi, si respira intatta la sua autentica tradizione, l’essenza prima della napoletanità. Uno di questi è il rione Sanità, un luogo magico, dove il tempo sembra essersi davvero fermato, fra muri diruti, stretti vicoli che si inerpicano su sghembi costoni, panni stesi, odori accattivanti di cibi tipici, urla di un popolo sempre attivo ma anche palazzi storici e chiese antiche, il tutto sotto il rassicurante sorriso del suo più famoso abitante: Totò. (altro…)

Il borgo di Casertavecchia. Fra luoghi incantevoli e folletti dispettosi

Castello di Casertavecchia

A pochi chilometri dalla meravigliosa Reggia di Caserta, adagiato sul pendio del monte Virgo, che domina una vasta vallata che scruta il mare, sorge un piccolo borgo, quello di Casertavecchia, vero e proprio nucleo storico della città di Caserta. Il nome di questo borgo, di origine longobarda, deriva dal latino Casam hirtam, letteralmente villaggio in altura, e proprio la posizione privilegiata, 401 metri sul livello del mare, fu il motivo essenziale della nascita del borgo. (altro…)

Caravaggio a Napoli: le Sette Opere di Misericordia

Il Vesuvio a Napoli

Caravaggio a Napoli realizza una delle opere forse meno note ma, di certo, più complesse e particolari. Stiamo parlando delle Sette opere di misericordia. Autunno 1606. Michelangelo Merisi riceve dal Pio Monte della Misericordia, istituzione caritatevole fondata nel 1602 da sette nobili napoletani, un’importante commissione, dipingere una grande tela da collocare sull’altare maggiore della loro chiesa, un edificio a pianta ottagonale sapientemente celato all’interno del palazzo di proprietà del Pio Monte e progettato dall’architetto Francesco Antonio Picchiatti. (altro…)

Il Belvedere di San Leucio a Caserta e la fabbrica della seta

Belvedere di San Leucio a Caserta

L’affascinante storia del Belvedere di San Leucio (frazione del comune di Caserta) è strettamente legata a quella della dinastia dei Borbone che in questo luogo realizzarono qualcosa di davvero unico, non tanto dal punto di vista architettonico, quanto da quello lavorativo e sociale. Tutto ebbe inizio nel 1750, quando Carlo III di Borbone, re di Napoli dal 1734, acquistò dalla potente famiglia dei Caetani (in alcuni documenti anche Gaetani) lo Stato di Caserta, possedimento che i duchi di Sermoneta avevano in precedenza acquisito per via nuziale dagli Acquaviva (Anna Acquaviva, ultima erede della famiglia, era andata in sposa nel 1618 al duca Francesco Caetani) e che erano costretti a vendere a causa degli enormi debiti contratti. (altro…)