Archivio Tag: Lazio

Borghi, paesaggi naturalistici, percorsi di trekking e luoghi nascosti nel Lazio: ecco tutti gli articoli sulle località laziali.

Cerveteri e gli Etruschi: la necropoli della Banditaccia

Necropoli della Banditaccia a Cerveteri, tomba

Nello scenario naturalistico dei Monti Ceriti, su una sommità tufacea a nord di Cerveteri, si trova la necropoli della Banditaccia, la città dei morti costruita dagli Etruschi per seppellire in quel luogo i propri defunti. L’area archeologica è una delle più estese al mondo con una superficie in grado di ospitare circa duemila tombe, un luogo dedicato esclusivamente al culto dei morti e collegato all’acropoli tramite la Via degli Inferi. Il popolo etrusco ancora oggi affascina per la sua provenienza enigmatica e per la lingua ancora da decifrare che non offre collegamenti con quelle finora conosciute. (altro…)

Le statue parlanti di Roma, da Pasquino a Marforio

Statue parlanti: Marforio

Quando a Roma non c’era ancora la possibilità di parlare liberamente, dissentire, esprimere giudizi la cittadinanza ricorreva all’utilizzo delle statue, sculture collocate in varie parti della città che parlavano riportando la voce del popolo. Le cosiddette statue parlanti esprimevano i malumori e l’insoddisfazione della comunità, manifestando quel carattere irriverente e sfrontato che ha sempre caratterizzato il popolo romano. (altro…)

Ostia Antica, le origini di una grandiosa area archeologica

Ostia Antica. Veduta del parco archeologico

Gli appassionati di storia romana, dopo essersi meravigliati dinanzi alle meraviglie dei Fori e del Colosseo, non possono esimersi dal visitare uno dei più grandi parchi archeologici di Roma, quello di Ostia Antica. Sorta come colonia sull’antica linea di costa del fiume Tevere, conobbe il suo massimo splendore nel corso del I e del II secolo d.C. fino all’epoca dei Severi. Dopo un lento declino, dovuto ad un maggiore interesse nei confronti di Portus, Ostia cominciò ad essere depredata durante il Medioevo. I suoi marmi vennero, difatti, sottratti all’area e reimpiegati per la costruzione di nuovi edifici. La malaria e l’allontanamento della costa dovuto ai residui fluviali che il Tevere aveva lasciato di certo non furono d’aiuto; nel corso del Rinascimento e nei secoli successivi iniziò una corsa all’accaparramento di oggetti e reperti rinvenuti durante gli scavi. (altro…)

Tolfaccia, trekking ad anello con vista sul mare

Vista sul mar Tirreno dal monte della Tolfaccia

Dopo l’Anello del Biancone continuiamo il percorso di esplorazione all’interno dell’area dei Monti della Tolfa. Questa volta dedicheremo una giornata all’escursione del Monte della Tolfaccia e dei ruderi di Tolfa Nuova. In un ambiente unico dal punto di vista naturalistico, costituito da affacci sul mare e boschi di querce, verso il Monte della Tolfaccia si sviluppa un percorso ad anello che consente di inoltrarsi attraverso pascoli e pianori.  (altro…)

Tolfa, un borgo antico incastonato tra mare e montagna

Tolfa

Arroccata sulle colline etrusche che affacciano sul mar TirrenoTolfa (Rm) gode di un panorama che spazia su tutto il territorio circostante, in una mescolanza costante di alture, rilievi, faggeti e mare. Interessato da insediamenti etruschi e romani, Tolfa deve la sua fortuna nel corso del Quattrocento alla scoperta delle miniere di alunite. I giacimenti di questo minerale, da cui veniva estratto l’allume, utilizzato per fissare i colori sui tessuti e per la lavorazione delle pelli, furono rinvenuti dal cardinale Giovanni di Castro, funzionario pontificio. L’intensa estrazione ed il forte sfruttamento delle miniere durò circa tre secoli e proprio per facilitarne la lavorazione furono costruiti un villaggio ed uno stabilimento nei pressi  dell’attuale Allumiere (da cui deriva il toponimo). (altro…)