Archivio Tag: Papa

Galleria Doria Pamphili: una collezione unica di opere d’arte nel cuore di Roma

Palazzo Doria Pamphili, la Galleria degli Specchi

Palazzo Doria Pamphili, elegante edificio nobiliare ancora oggi adibito a dimora privata dell’omonima famiglia, è una storica residenza patrizia che si affaccia con la sua imponente facciata su Via del Corso a Roma. Il palazzo si sviluppa su vari corpi di fabbrica succedutisi nell’arco di quattro secoli, un lungo periodo che ha visto numerosi ampliamenti della sua struttura. Quel che attrae ed incanta quanti visitano la dimora nobiliare è la Galleria Doria Pamphili, nata per volere di papa Innocenzo X, l’esponente più illustre del casato, che nel 1651 nominò il nipote Camillo quale erede delle opere d’arte appartenenti alla famiglia, un gesto oculato e lungimirante che obbligava il giovane a conservare i beni ricevuti. Con quell’atto si dava vita al progetto di blindare il patrimonio artistico ed archeologico della famiglia Pamphili. Bisogna poi ricordare che quattro anni prima, nel 1647, avvenne qui uno degli eventi cruciali della famiglia:il principe Camillo, dopo avere rinunciato alla carica di cardinal nipote, convolava a nozze con Olimpia Aldobrandini. L’unione tra i due casati accrebbe la già cospicua collezione di arte, grazie all’apporto delle tele appartenenti alla famiglia fiorentina. Ma vediamo quali sorprese riserva il meraviglioso palazzo Doria Pamphili. (altro…)

Ali Agca e l’attentato a Giovanni Paolo II

Attentato a Giovanni Paolo II

Roma, 13 maggio 1981, piazza San Pietro. Nel giorno in cui ricorre l’apparizione mariana di Fatima, una folla trepidante attende che Giovanni Paolo II, il papa polacco eletto a sorpresa nell’ottobre del 1978, a bordo dell’auto scoperta compia il secondo giro nella piazza abbracciata dal colonnato berniniano. L’aria tersa di quel maggio che preannuncia una calda estate, viene improvvisamente sferzata dall’esplosione di tre colpi di pistola, tre spari che si odono distintamente. Sono le 17.17. Gli occhi di tutti i fedeli sono di colpo rapiti da quel corpo bianco che si affloscia sul divanetto dell’automobile che poi, come impazzita, inizia una folle corsa verso la speranza nella disperazione generale. A tre anni da quel 16 marzo 1978, Roma torna nel baratro del terrore. (altro…)

Relazioni Italia – Vaticano: dalle Leggi Guarentigie ai Patti Lateranensi

Città del Vaticano

L’11 febbraio 1929, con la firma dei Patti lateranensi, si concludeva un lungo e travagliato percorso storico, diplomatico e politico che portava al duplice riconoscimento tra Stato italiano e Santa Sede. In tal modo la cosiddetta Questione romana veniva dichiarata “definitivamente e irrevocabilmente” superata. La storia dei rapporti fra i due Stati inizia in pieno Risorgimento, allorché le istanze espansionistiche del piccolo ma ambizioso Regno di Sardegna, vengono necessariamente a confliggere con quelle temporalistiche dello Stato Pontificio. (altro…)

Carnevale romano: dalle origini con i Saturnali alla Roma papalina

Il Carnevale Romano in una raffigurazione di Johannes Lingelbach

A dare ufficialmente l’avvio al carnevale romano, uno dei momenti più attesi dalla città eterna, era la “Patarina”, la storica campana del Campidoglio (più volte fusa e rimodellata in realtà) che fu portata a Roma, come trofeo di guerra, nel 1200 dal senatore Pandolfo della Suburra, dopo aver sconfitto i viterbesi, rei di aver minacciano il paese di Vitorchiano, alleato con Roma. Dopo il suo rintocco la festa aveva inizio e Roma follemente si trasformava. (altro…)

Basilica di Santa Prassede: la Roma medievale nel rione Monti

Basilica di Santa Prassede a Roma

La basilica di Santa Prassede, quasi nascosta dalle abitazioni che sono sorte nel corso dei secoli, costituisce un importante tassello della Roma altomedievale sia per motivi artistici che storici. Situata sul colle Esquilino, nel rione Monti, a due passi dalla più conosciuta basilica di Santa Maria Maggiore, l’edificio sacro lega la sua storia a papa Pasquale I, al culto dei martiri e ad una giovane cristiana vissuta durante il II secolo d.C., di nome Prassede. Oltre a racchiudere dei mosaici ottimamente conservati databili al IX secolo, la basilica di Santa Prassede, per volere del suo committente, venne realizzata ricalcando le fattezze dell’allora basilica di San Pietro, così diversa da quella che oggi conosciamo. (altro…)