Archivio Tag: Toscana

Trekking all’Elba. “Vi racconto il mio viaggio indimenticabile con il liceo Talete di Roma”

Trekking all'Isola d'Elba

Mi chiamo Nicola e sono uno di quelli che vengono dalla pianura, nato a Roma e cresciuto fin da piccolo sul mare di Ostia, esattamente a zero metri sul livello del mare. Non posso dire di essere cresciuto guardando le montagne dalle finestre di casa mia, quelle montagne che vedevo da lontano e solo se il cielo me lo concedeva. Sono un “montanaro” come in tanti mi definiscono? Probabilmente no. Molti ritengono che per esserlo, ci devi essere nato e cresciuto in montagna. La devi vivere la montagna. E forse hanno ragione. Eppure fin da piccolo il mio naso era sempre all’insù. I miei occhi sempre verso le cime lontane, le mie spalle sempre verso il mare. Ma non c’era viaggio in macchina o treno, trascorso appiccicato al finestrino, in cui i miei occhi non si soffermassero a veder sfilare in successione le montagne. Non c’era vetta sulla quale la fervida mente del bambino che ero, non fantasticava pensando a nobili avventure, esplorazioni e scalate. E devo dire che la maggior parte di quelle montagne di cui non conoscevo né il nome né il luogo in cui si trovassero, effettivamente poi le ho salite. Tutt’oggi, ormai adulto, la mia testa mi dice di affrontare ogni cima sulla quale poso gli occhi. La montagna è un’avventura che si rinnova continuamente. È magia perché mi fa ritornare bambino. Mi fa sognare e fantasticare. Ma è stata anche una dura scuola di vita. Forse la più dura. Mi ha donato amici e me ne ha tolti altri. Mi ha fatto crescere dandomi la possibilità di scoprire ogni angolo più recondito del mio essere. Mi ha accolto quando fuggivo dalla routine. Mi ha accettato per quello che sono. Mi ha consolato quando ero triste. Mi ha dato pace quando ero arrabbiato. La montagna è severa e giusta perché al suo cospetto siamo tutti uguali. Non vi è giustizia più grande. Vi racconto la mia Grande Traversata Elbana con i ragazzi del liceo Talete di Roma. (altro…)

Vitozza, viaggio nella città di pietra

I Colombari di Vitozza

È l’insediamento rupestre più esteso della Toscana, un insieme di grotte scavate nel tufo che attraverso dei sentieri segnalati consentono di ammirare i resti di una vetusta città: ci troviamo nell’antico abitato di Vitozza, il cui nome è presente per la prima volta in un testamento risalente al 1208 Siamo in un’area oggi appartenente al comune di Sorano, in provincia di Grosseto, in un territorio di grande bellezza e di suggestivi scorci. La natura ha riconquistato questo lembo di terra un tempo abitato da uomini; qui, nella valle del fiume Fiora, si trovava una città di pietra che ha vissuto un avvicendarsi di popolazioni e di civiltà. (altro…)

Il gioiello della Cappella Brancacci a Firenze

Cappella Brancacci a Firenze

All’interno della chiesa di Santa Maria del Carmine a Firenze, si cela uno degli scrigni pittorici più strabilianti e meglio conservati di tutta la storia dell’arte italiana: la Cappella Brancacci. La storia della chiesa è di due secoli prima rispetto al capolavoro dipinto da Masaccio, Masolino e Filippino Lippi e ha inizio nel 1268, quando un gruppo di frati, provenienti da Pisa, fonda, nel capoluogo toscano, una chiesa dedicata alla Beata Vergine del Carmelo. (altro…)

L’acquedotto leopoldino a Livorno: un monumento da salvare

Acquedotto Leopoldino (foto di Beata Moczydlowska)

Tra le verdi colline della Toscana, tra boschi, pascoli, campi coltivati e oliveti, si snoda un’opera ingegneristica che ha segnato la storia di Livorno. Stiamo parlando dell’acquedotto Leopoldino, anche detto acquedotto di Colognole, dal nome della località in cui si trovano le principali polle. Con il suo tracciato lungo 18 chilometri ed un dislivello di circa 250 metri, il condotto, costruito in pietra locale, si articola sul versante est dei Monti Livornesi, giungendo fino alla città di Livorno. Dopo i lavori iniziati ed interrotti più volte, nel 1816 l’acqua giunse finalmente in città attraverso questa costruzione monumentale e costituita da ponti, arcate, gallerie e trafori. Oggi l’incuria e la mancanza di manutenzione rischiano di vedere deperire questa mirabile ed ingegnosa opera pubblica che ha dissetato per un secolo i livornesi. (altro…)

Santa Fiora, un borgo incantato tra il fiume e il Monte Amiata

Santa Fiora, panorama

In un ambiente boscoso e ricco di acque come quello amiatino, sorge il paese di Santa Fiora (GR), entrato nel 2016 nel novero dei Borghi più belli d’Italia. Ricco di storia e legato alle vicende della famiglia Aldobrandeschi, il borgo toscano presenta un centro storico ben conservato, interessante dal punto di vista architettonico. (altro…)